approcci romani 4 (e potrei andare avanti un pezzo…)

trenino della suburbana.
(sì, abbiamo usato tutti i possibili mezzi di locomozione!)
la paperella sale e si siede, di sua iniziativa, in un posto vuoto a fianco di un signore che poteva essere pakistano, o indiano, o simili.
come al solito, attacca bottone.

p: "ciao, guarda cosa so fare!" e si appende a un palo del treno.
il signore mi sorride con intesa e, con garbo, le appoggia una mano sulle ginocchia per farla stare seduta e proteggerla dalle cadute.
p: "perché non lo fai, tu non sai fare?" poi si accorge della mano protettiva e aggiunge "guarda che io non cado, sono grande!"
il signore continua a sorriderle e tace.
p: "io sono grande, mi chiamo paperella de paperellis. ho 3 anni e mezzo. invece quella lì bionda è la mia sorella, leprepazza de paperellis. lei sì che è piccola, ha 2 anni solo!"
sorriso e silenzio.
p: "io non vivo qui a roma, sono in vacanza con la mia amica luce-dei-miei-occhi che è quella lì, i suoi genitori lì, e lo zio geco. e il babbo e la mamma e la leprepazza. io vivo a bologna, che è lontana, sai?"
sorriso, annuimenti, silenzio.
p: "invece i miei genitori sono quello lì in piedi, e quella lì che è un po’ bassina" (ah, grazie!! senti da che tappo..)
sorriso. vedendo che non tenta più manovre acrobatiche il signore allontana la mano.
p: "però io ho quasi 4 anni come luce-dei-miei-occhi perché io compio gli anni alla fine della primavera quando è quasi estate, sai?"
sorriso (e silenzio).
p: "mamma, ma questo qui perché non parla mai? non lo sa che bisogna rispondere, quando uno ti parla??"

… speriamo, speriamo che non abbia capito una parola…

Category: varie
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
2 Responses
  1. Aulereb says:

    Parliamone… 

  2. coccinella says:

    Le tue bimbe sono mitiche!

    Leggere delle vostre avventure è sempre divertente…   Tanti bacioni e alle prossime avventure.

Lascia un Commento