ko

‘sto giro di influenza ci ha stesi: me per prima, poi la paperella che si è fatta 5 giorni a 39 (credo per la prima volta in vita sua), e nel frattempo la leprepazza si è cuccata una tal tosse che di notte non dormiva, e di giorno girava per casa come un’ubriaca piangente.
pare, dico pare, che ne stiamo uscendo…

nel frattempo abbiamo costruito miliardi di casette coi lego, visto i primi lungometraggi animati della storia delle bimbe, prodotto decine di disegni di varie tonalità, schiacciato centinaia di chiodini nei buchi delle tavolette per farci i disegni, cucinato palate di biscotti, guardato scendere metri di neve, bruciato nel camino quintali di legna.

è stata una settimana intensa. già, essere ancora tutti vivi (nel senso che non le abbiamo strozzate) è un’impresa degna di nota. speriamo ci attendano un po’ di discese, perchè questa salita ci ha tagliato le gambe!!

breve aneddoto che rende l’idea: la paperella mi porta uno dei 50 disegni che ha fatto in questi giorni, mostrando dei segni in basso:
p: "mamma, ti piace questo mio disegno?"
io: "sì paperella, è molto bello!"
p: "vedi mamma, qui c’è scritto qualcosa, leggi?"
io: "ah sì, e cosa c’è scritto?"
p: "le bimbe che fanno le cose belle non si buttano mai nel bidone!"

… che abbia percepito che la nostra pazienza stava giungendo al limite??

Category: varie
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
3 Responses
  1. geco says:

     Passi lo stordimento da influenza sommato a quello da figlie in momentanea follia ma… ti commenti da sola? 

  2. nomade says:

    no, era lo stordito di mio marito che aveva commentato usando il mio nick e linkando il mio blog!! ora l’ha cambiato…

Lascia un Commento