parolacce

io: "paperella, ma come ti sei incastrata? vieni qui, fammi vedere la maglia. ma questa manica come c…"
p: "questa manica come casso è?"
io: "…. questa manica come cappero l’hai girata?" (fulmine al babbo con lo sguardo).
b (che non coglie il senso dello sguardo): "paperella, com’è che hai detto?"
p, obbediente: "come casso è la manica? è una manica del casso! ho detto che è una manica del casso, babbo!"
b: "ma no, ma non si dice, è una brutta parola, non si dice!!"
p, candida: "casso? ma babbo, allora perchè tu ieri l’hai detta?"
…fulmini della mamma saettanti nella cucina…
b: "io?!?! noooooo, io?? IMPOSSIBILE! quando l’avrei detta, secondo te???"
p: "ma sì babbo, in macchina ti ricordi? quando lo sciocchino in motorino guidava davanti a noi, hi detto: ca.."
b: "no no, quale sciocchino, quale motorino? io non so, non c’ero, non c’era lui comunque non è colpa mia…."
m: "sgrowwwwwwwwwwwwwwwwwwwwl…."

il prossimo che pesco a turpiloquiare in casa, lo scotenno.

Category: varie
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.

Lascia un Commento