il garbo

io: "paperella, sono stanca, sono le 6 del mattino, com’è possibile che tu sia già sveglia?"
p: "sì sì. io sono sveja"
io: "ma non vuoi fare un’altro po’ di nanna, qui vicino a me, nel lettone?"
p: "no mamma, dai, basta nanna! giochiamo?"
io: "mhm… facciamo così, almeno: io sono la mamma addormentata nel letto. se vuoi che mi svegli mi devi dare un bacino"
p: "mamma, dormi? a’ppetta…" agguanta la mia sveglia sul comodino e comincia a cliccare con entusiasmo il bottone sulla sommità… "DRIIIIIIN, DRIIIIINNNNN!!!! ‘svejjia, svejja mamma!! suona la tua svejja!! driiin"
io: "ma paperella, non così… è una magia: per svegliarmi devi darmi un bacino"
p: "ma va là, mamma!! il bacino non ti svejja, ti svejjja la svejjja, no??"

…come negarlo?…
tanto per concludere: questo è successo ieri.
stanotte alle 2 è suonata la sveglia che la paperella, nel suo batacchiare, era riuscita inavvertitamente a attivare…

Category: varie
You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can leave a response, or trackback from your own site.
2 Responses
  1. matilde says:

     comunque i ragionamenti di quella ragazza non fanno una piega!!!

  2. nomade says:

     spaventosamente vero…

Lascia un Commento