Archive for » agosto, 2009 «

ce l’abbiamo fatta

sono a -30 minuti dalle agognatissime ferie. stravolta (oggi tutti mi chiedono: stai male, eh?), sudata, inacidita e cotta come uno zucchino. ah, sì, e anche dissanguata, perchè stamattina ho ben pensato di farmi togliere 10 provette di sangue, avendo la pressione talmente bassa che mi hanno dovuto "mungere" (TERMINE USATO DAL TECNICO) le braccia per riuscire in pratici 15 minuti a fare uscire il sangue necessario a fare le maledette analisi.
Ciò detto, ce l’ho fatta, sono quasi in ferie. Domani un po’ di risposo e un po’ di bagagliume e faccendume vario, e venerdì mattina si parteee!! tutta la folle paperella’s family si trasloca nelle verdi E FRESCHE (14-20°C) brughiere d’Irlanda….
E dopo una decina di giorni rientro con immediato trasloco al mare (dopo aver recuperato gli splendidi risultati delle analisi odierne), a spaparanzarsi 2 settimane con l’aiuto dei nonni-sitter.
Non avrò un pc, e nemmeno una connessione stabile, quindi non so se in questo agosto riuscirò a scrivere ancora. Ma se mi capiteranno sotto mano, tenterò di fare del mio meglio. Per ora, non prendo impegni se non quello di godermi al massimo le ferie che stanno per iniziare.
Ah, quanto ne abbiamo bisogno.
Io, il babbo, e la paperella. & co.

Category: varie  Leave a Comment

cubista in progress

da lunedì la paperella è al mare coi nonni, torna domani. per la prima volta siamo senza di lei e, la sera, telefono per sapere come va. frammento di telefonata di ieri sera:
"ciao babbo, come va?"
"mah, bene, siamo un po’ distrutti, tua madre dorme in continuazione"
"come mai?"
"ma, sai, stare dietro a tua figlia è impegnativo, eh, non puoi smettere di guardarla per 30 secondi!"
penso: ma va? non ve l’avevo detto? e voi no, figurati, ci rilassiamo, è una bimba bravissima! mi tormento un po’ con i sensi di colpa per avergliela ammollata 4 giorni, poi me ne esco con un flebile "ah, mi dispiace, babbo"
"no, no, nulla di strano. solo… tipo, hai presente il tavolino del salotto, quello un po’ alto su cui non riusciva ad arrampicarsi?"
trasecolo notando il passato. "sìììì????"
"ecco, oggi ci ha ccostato una sedia di vimini più bassa, e da lì è riuscita a scalarlo."
"ah"
"poi ci si è messa sopra in piedi ed ha iniziato a ballare come una pazza, ridendo a perdifiato, dritta nel mezzo della sala"

Category: varie  Leave a Comment